ADDIO TRUMP, Huawei pronta a RINASCERE dopo il BAN?



La vittoria di Joe Biden alle presidenziali USA è ormai stata certificata, entriamo dunque ufficialmente nel dopo Trump ed è quindi il momento di avviare alcune considerazioni sui cambiamenti a cui potremmo assistere nella gestione del ban a Huawei.

Cambieranno le politiche restrittive verso le aziende cinesi? per Huawei potrebbe essere una rinascita all’insegna dei servizi Google o le prospettive rimangono nebulose? vediamolo.

⇩ ULTERIORI INFO ⇩

⇩ ISCRIVITI ADESSO ⇩

⇩ SOCIAL NETWORK ⇩
Facebook ►
Twitter ►
Instagram ►

🔥 TELEGRAM OFFERTE BESTBUY ➡️

25 Replies to “ADDIO TRUMP, Huawei pronta a RINASCERE dopo il BAN?”

  1. enrico rota

    Quando i libri di storia racconteranno questa guerra commerciale, sarà chiaro delle ridicole montature create ad arte giustificare tutto questo. Per il resto condivido il fatto che non dovrebbe esserci un predominio di una nazione sul resto del mondo, ma questo dovrebbe valere per tutti. Perché passare da un predominio cinese ad uno americano frutto di sfruttamento del lavoro nelle fabbriche cinesi non serve a nulla.

  2. Massimo Matera

    Si sa che gli americani sono sempre stati megalomani. Repubblicani o democratici, gli Usa sempre sopra tutti gli altri. Ma poi Huawei, Xiaomi la prossima. E mica solo la Cina, fosse un alleato europeo lo ridimensionerebbero con minacce celate.

  3. andrea piras

    video molto interessante,credo che huawei oramai stia prendendo la strada dell' indipendenza app gallery,harmony os,chipset ecc non dimentichiamoci che è anche un attore di impatto molto rilevante nello sviluppo e nella realizzazione delle tecnologie 5g. Abbiamo sicuramente di che perdere se non potremmo fruire di tutto il parco tecnologico che ha da offrire Huawei. Siamo sicuri che le aziende occidentali Google,Apple,Microsoft,Oracle,Intel,ecc riusciranno nei prossimi anni ad essere innovative e competitive?

  4. Leo

    Scenario 2021:
    Xiaomi ban
    Oppo ban
    Realme ban
    OnePlus ban
    Vivo ban
    Risultato:
    Huawei con Harmony os + AppGallery
    Tutti gli altri OpenHarmony + AppGallery

  5. Thersicore76

    Ma io mi domando: ma per funzionare GMAIL e YOUTUBE, e basta, mi serve tutto quel processo in background di dei Google Services, che tolgono autonomia al terminale?
    La verità è che Google VIVE raccogliendo informazioni anonime. E gli servono tutta una serie di processi per vedere cosa vediamo, cosa ascoltiamo, la nostra posizione, le cronologia, ecc… tutta roba NOSTRA che Google usa. Di servizi doppi o tripli, o di diverse case orami ne abbiamo a bizzeffe e la pesantezza del SO si nota.
    Avendo un Note 10+ ho:
    Samsung Cloud per poter sincronizzare S-Note.
    Microsoft Drive per poter sincronizzare Galleria e Archivio.
    Microsoft One Note per potter sincronizzare Samsung Notes.
    Servizi di Google, per poter usare GMAIL, YOUTUBE e lo store.
    Inizia ad essere un po troppo. Perché a questi si sommano le sincronizzazioni delle App che usano servizi da Google Drive e Dop Box.
    Se con Note 2 arrivavo a 7-8 ore di schermo (record fu 9 ore e 45 minuti con la 4.1.2) con Note 10+ se arrivo a 4 ore è già un miracolo. In Stand By sarò anche colpa dell'EXYNOS, ma continuano a girare servizi che dovrebbero essere fermi, se il SO avvisa che il cell è sconnesso dalla rete.

  6. PiedoneSal Cantali

    Non se ne verrà mai fuori da questa vicenda. 1 perché la Cina è una potenza e lavorano anche di notte copiando, sperimentando ed innovando (non dimentichiamoci che il 90% dei prodotti elettro tecnologici li costruiscono loro). 2 perché gli USA sono e lo saranno sempre presuntuosi, guerrafondai, paraculi. Il fatto che facciano le spalle grosse perché hanno gli alleati (come zerbini e scattano al comando, vedi la EU) se c'è da sacrificare qualcuno li gettano nella mischia, ti fa capire che nazione di sbruffoni sia. La Cina al contrario (non sono un sostenitore, ma l'evidenza e palese) se la sta smazzando da solo la rogna, con l'aiuto forse di qualche simpatizzante. Tutti nel mondo dovremmo capire che gli USA non sono i padroni assoluti, bisogna ridimensionarli un attimo, altrimenti diventeremo tutti zerbini (l'Italia ormai lo è da decenni. Non dimentichiamoci che se gli girano veramente i maroni alla Cina, ci ritroviamo di colpo al 1950. Chi costruirà i melafonini e altri accessori di comunicazione, chi gli elettrodomestici, chi le antenne che tengono uniti i popoli? Meditiamo su questo eventuale scenario apocalittico, ovviamente sempre creato dagli USA che hanno nel DNA il voler sottomettere gli altri. Ultima cosa, gli USA si lamentano dello spionaggio, ma perché Zukkinanberg coi suoi social che fa da decenni? Zukkinanberg (americano) può e gli altri no?

  7. nikolas cini

    Spero che torni come era prima. Purtroppo, Trump appartiene alla generazione di politici vecchia maniera, cioè quelli che non vogliono che nessun altro stato sia economicamente più forte degli Stati Uniti. Brutta cosa l’invidia 😂😂

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *